Rivoluzione dell’IA nel settore dell’energia: scopri le innovative applicazioni

Rivoluzione dell'IA nel settore dell'energia: scopri le innovative applicazioni

Il settore Energy & Utilities sta vivendo una vera e propria rivoluzione grazie all’Intelligenza Artificiale (IA). Secondo una ricerca di Minsait, l’IA potrebbe contribuire fino al 25% del PIL mondiale nei prossimi anni, e le aziende del settore lo hanno ben compreso, posizionandosi al secondo posto tra i settori che investono maggiormente in questa tecnologia.

L’IA ha numerosissime applicazioni nel settore Energy & Utilities, offrendo vantaggi competitivi significativi. Una delle principali applicazioni riguarda il supporto alla produzione di energia, in cui l’IA ottimizza la produzione energetica e la gestione degli asset analizzando dati geologici, sismici e meteorologici per individuare le migliori posizioni per gli impianti fotovoltaici o eolici. Inoltre, tramite algoritmi di intelligenza artificiale, è possibile regolare automaticamente la produzione di energia in base alla domanda in tempo reale, alle condizioni di mercato e altri fattori.

Un’altra applicazione importante riguarda il trasporto e la distribuzione di energia, in cui l’IA permette di migliorare l’efficienza nella distribuzione, gestire meglio le interruzioni e integrare le energie rinnovabili. Inoltre, l’IA può rilevare tempestivamente eventuali perdite, riducendo gli sprechi e i costi. Sta già prendendo forma la creazione dei “gemelli digitali”, rappresentazioni digitali delle infrastrutture fisiche che simulano il loro comportamento durante tutto il loro ciclo di vita.

Gli utenti finali sono particolarmente coinvolti nella rivoluzione dell’IA nel settore Energy & Utilities. I contact center possono essere potenziati da assistenti virtuali e chatbot basati sull’IA, migliorando la comunicazione con i clienti e fornendo risposte rapide e personalizzate. Inoltre, l’IA utilizza i dati dei clienti per offrire loro servizi su misura, migliorando la fidelizzazione.

Infine, l’IA trova applicazione nella gestione energetica degli edifici e nella mobilità sostenibile. Nei primi casi, ottimizza i consumi e riduce gli sprechi, mentre nella mobilità sostenibile gestisce le reti di ricarica dei veicoli elettrici, garantendo una maggiore disponibilità delle stazioni di ricarica e pianificando percorsi più efficienti.

Le possibilità di applicazione dell’IA nel settore Energy & Utilities sono molteplici e le sue potenzialità sono innumerevoli. Le aziende del settore dovranno integrare questa tecnologia per restare competitive in un contesto globale sempre più complesso, che richiede un continuo spirito innovativo.

Aumento previsto delle minacce informatiche nel 2024: attacchi combinati all’identità digitale.

Aumento previsto delle minacce informatiche nel 2024: attacchi combinati all'identità digitale.

Nel 2024 le minacce informatiche aumenteranno con gli attacchi combinati all’identità digitale. Le aziende dovranno affrontare una sfida sempre più grande nel difendersi dalle minacce alla sicurezza, poiché gli aggressori stanno diventando sempre più innovativi nel mettere in atto attacchi più sofisticati, come la combinazione di identità digitali rubate. Sarà essenziale avere segnali accurati e rapidi per consentire ai team di sicurezza operativa (SOC) di muoversi alla stessa velocità degli attaccanti e proteggere il business. Gli autori delle minacce combineranno le identità digitali per causare violazioni di alto profilo. Gli operatori di servizi essenziali affronteranno la NIS2. I criminali informatici saranno più efficienti con risorse limitate. Aumento degli attacchi negli ambienti ibridi. Focus sui sistemi di identità federata, cloud pubblico ed e-mail aziendali. Sarà essenziale adottare soluzioni avanzate e implementare una strategia di sicurezza completa per difendersi dalle minacce sempre più evasive e sofisticate.

Xiaomi rivoluziona il settore automobilistico sfidando Tesla

Xiaomi rivoluziona il settore automobilistico sfidando Tesla

Xiaomi SU7: Il nuovo modello frutto del lavoro di ex designer di BMW e Mercedes-Benz

Xiaomi, il marchio cinese noto per i suoi smartphone a prezzi accessibili, ha lanciato la sua prima auto elettrica chiamata Xiaomi SU7, presentata durante un evento a Pechino. Questa berlina, basata sull’architettura aziendale, offre prestazioni di alto livello grazie ai motori elettrici HyperEngine, capaci di raggiungere fino a 21.000 giri/min. Inoltre, la SU7 vanta un telaio robusto e una forza di chiusura di 9.100 tonnellate, superiore a quella delle auto Tesla.

Il modello sarà disponibile in due versioni: SU7 Max, dotata di trazione integrale a doppio motore, e SU7, con trazione posteriore e motore singolo. Xiaomi non ha ancora annunciato i prezzi, ma afferma che l’SU7 Max avrà un’autonomia fino a 800 km e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 2,78 secondi, risultati migliori rispetto alla Tesla Model S e alla Taycan Turbo di Porsche.

L’autonomia di questo veicolo elettrico è resa possibile dalla piattaforma ad alta tensione generosa da 101 kWh 800 V, fornita dal produttore di batterie CATL. Con soli 5 minuti di ricarica, è possibile ottenere un’autonomia di 220 km, mentre in 10 minuti questa si estende a 390 km, e in 15 minuti raggiunge i 510 km. La versione base supporta invece la ricarica a 400 V, con una batteria più piccola da 73,6 kWh e un’autonomia fino a 668 km.

Per la realizzazione di questo progetto ambizioso, Xiaomi ha reclutato talenti dell’industria automobilistica, tra cui ex membri dei progetti iX e iVision della BMW e designer che hanno lavorato al Vision EQXX di Mercedes-Benz. L’SU7 ha dimensioni simili alla BMW Serie 5 e offre ampio spazio di carico, con un volume di 517 litri nella parte posteriore e 105 litri nella parte anteriore. Disponibile in tre colori – blu acqua, grigio e verde oliva – la Xiaomi SU7 si propone come una valida alternativa sul mercato delle auto elettriche ad alte prestazioni.

Fonte: Xiaomi si tuffa nel mercato dell’auto e sfida Tesla su Data Manager Online.

L’articolo discute come OpenAI stia agendo per minimizzare il rischio di regolamentazione nell’Unione Europea (UE).

L'articolo discute come OpenAI stia agendo per minimizzare il rischio di regolamentazione nell'Unione Europea (UE).

Durante le festività natalizie, OpenAI ha aggiornato la sua politica di utilizzo in Europa nel tentativo di conformarsi alle norme del regolatore continentale. I regolatori europei hanno valutato il chatbot di OpenAI, ChatGPT, per analizzare l’impatto sulla privacy delle persone. In Italia, l’autorità di monitoraggio ha temporaneamente bloccato ChatGPT finché OpenAI ha rivisto le informazioni e i controlli forniti agli utenti. OpenAI ha deciso di spostare l’entità che fornisce i suoi servizi in Europa nell’OpenAI Ireland Limited, semplificando così il controllo della privacy per le aziende che trattano dati dei residenti europei. Questo cambiamento ridurrà la capacità dei controllori di agire unilateralmente in base alle loro preoccupazioni, poiché i reclami dovranno essere inviati al supervisore principale della società. Questo aggiornamento è stato pubblicato su Data Manager Online.

“Olidata, in costante espansione: Assunzioni in aumento nel 2023 con l’arrivo di 41 nuovi talenti”

"Olidata, in costante espansione: Assunzioni in aumento nel 2023 con l'arrivo di 41 nuovi talenti"

Il Gruppo Olidata ha portato a termine un piano di assunzioni nel 2023, coinvolgendo più di 40 nuove risorse in tutti i settori aziendali. Questo piano dimostra la volontà del Gruppo di investire nel talento, valorizzando il suo valore aggiunto per l’azienda. Queste nuove assunzioni sono un passo fondamentale per prepararsi alle future sfide e consolidare la strategia di sviluppo e crescita dell’azienda. Inoltre, le nuove risorse hanno creato un ambiente di lavoro dinamico e stimolante, promuovendo lo sviluppo professionale e la crescita individuale dei dipendenti. Un particolare focus è stato dato ai giovani, facendo diminuire l’età media aziendale a 39 anni, con un’età media delle nuove risorse di 35 anni. Questo arricchisce la squadra di lavoro con nuove competenze e figura professionali, formando e guidando le risorse per costruire un futuro in cui anche le nuove generazioni avranno un ruolo da protagonisti.

“Sinfo One: Rafforzamento della quota di maggioranza da parte della famiglia Pomi nel nuovo assetto societario”

"Sinfo One: Rafforzamento della quota di maggioranza da parte della famiglia Pomi nel nuovo assetto societario"

Sinfo One rafforza il proprio capitale sociale con l’ingresso di Unigrains Italia, permettendo alla famiglia Pomi di incrementare la sua quota di maggioranza. Fondata nel 1984 da Rosolino Pomi, l’azienda parmigiana è un leader nel settore dell’IT, specializzata nello sviluppo di software innovativi di ERP e Business Intelligence per il settore agroalimentare. Con oltre 160 dipendenti e un fatturato di 20 M€, Sinfo One si distingue come uno dei principali protagonisti a livello nazionale e internazionale. L’ingresso di Unigrains Italia, società di investimento specializzata nel settore agroalimentare, consente alla famiglia Pomi di consolidare ulteriormente la propria posizione di rilievo. Grazie a precedenti investimenti come FAI, Sinfo One è riuscita a implementare con successo il suo software ERP SiFides, espandere il portafoglio clienti e consolidare il suo percorso nel settore agroalimentare. Questa riorganizzazione del capitale permette all’azienda di intraprendere una nuova fase di crescita, focalizzandosi sul potenziamento del proprio software SiFides, l’implementazione di strumenti per il bilancio ESG e la promozione della crescita internazionale. La CEO di Sinfo One, Paola Pomi, esprime fiducia nelle prospettive future dell’azienda, mentre il Direttore Generale di Unigrains Italia, Francesco Orazi, conferma il sostegno strategico e l’importanza della partnership con Sinfo One nel mercato agroalimentare. Questa partnership, attraverso il Fondo Agroalimentare Italiano, testimonia l’impegno di Sinfo One nella crescita e nell’innovazione nel mercato agroalimentare italiano e internazionale.

Google sviluppa Ellmann, una potenziale alternativa a ChatGPT, il suo concorrente nel campo dell’intelligenza artificiale.

Google sviluppa Ellmann, una potenziale alternativa a ChatGPT, il suo concorrente nel campo dell'intelligenza artificiale.

Google sta sviluppando un’IA multimodale chiamata “Gemini” che mira a competere con GPT-4 di OpenAI. Questo nuovo modello linguistico di grandi dimensioni include testo, immagini, video, audio e altro ancora. Google sta lavorando al progetto Ellmann, che utilizzerà dati personali degli utenti per creare una “storia della tua vita” in un chatbot. Con Gemini, questa IA sarà in grado di offrire una visione virtuale d’insieme della vita degli utenti, raccogliendo file e analizzando biografie e momenti passati. Google ha introdotto una funzione in Google Foto per organizzare automaticamente le foto simili in album creati dal software. Ellmann Chat, una versione avanzata di ChatGPT, potrebbe formulare ipotesi su hobby, interessi e altro ancora utilizzando gli screenshot presenti sul telefono degli utenti. Google è ancora in fase di esplorazione e promette di mantenere al centro la privacy se deciderà di implementare questa tecnologia.

Come affrontare la complessità, garantire il controllo e la sicurezza dei dati nel cloud

Come affrontare la complessità, garantire il controllo e la sicurezza dei dati nel cloud

Il cloud computing ha avuto un impatto significativo sui progressi tecnologici degli ultimi anni, consentendo enormi miglioramenti nell’intelligenza artificiale, nell’Internet of Things e nel lavoro da remoto e ibrido. Tuttavia, l’aumento dell’adozione del cloud ha portato anche all’incremento dei rischi. Secondo uno studio condotto da Thales, il 55% delle organizzazioni ritiene che la gestione e la protezione dei dati in cloud stiano diventando più complessi. Nonostante l’aumento del multicloud e la crescita dei dati sensibili archiviati in cloud, molte aziende non prestano ancora la giusta attenzione alla sicurezza. Inoltre, le minacce in cloud stanno aumentando, con il 46% degli intervistati che ha dichiarato di aver subito una violazione dei dati nel proprio ambiente cloud. La sovranità dei dati rappresenta un’opportunità, ma comporta anche sfide significative per la sicurezza in cloud. Affinché le aziende beneficiino realmente del cloud computing, devono affrontare la complessità e adottare una protezione dei dati più semplice da gestire. La protezione del cloud dovrebbe anche considerare il fattore umano per ridurre gli errori e le configurazioni errate. In conclusione, il cloud non è solo “il computer di qualcun altro”, ma un’estensione dell’infrastruttura aziendale che merita di essere trattata come tale.

Microsoft Copilot: il nuovo strumento per la creazione di canzoni su misura

Microsoft Copilot: il nuovo strumento per la creazione di canzoni su misura

Microsoft Copilot ha lanciato una nuova funzionalità grazie alla sua partnership con Suno, una piattaforma di creazione musicale basata sull’intelligenza artificiale. Questa partnership permette agli utenti di creare brani personalizzati, indipendentemente dal loro background musicale. Suno ha sviluppato un’algoritmo in grado di creare intere canzoni, rendendo questa collaborazione molto promettente. Utilizzando lo strumento, basta inserire un prompt e lasciare che l’algoritmo faccia il resto. Il risultato finale sarà una canzone divertente, intelligente e personalizzata, completa di testi e voci cantate. Si può anche creare una melodia strumentale. L’uso dell’intelligenza artificiale nell’industria musicale sta crescendo, ma la maggior parte degli strumenti disponibili si focalizza sull’aiutare i musicisti. La soluzione di Microsoft è pensata per coloro che cercano di creare una melodia per un momento specifico senza dover affrontare problemi di copyright. Utilizzando esempi come “crea una canzone pop sulle avventure con la tua famiglia” o “crea una canzone che catturi lo spirito delle festività”, Microsoft intende offrire una vasta gamma di possibilità. L’aggiunta di Suno avrà accesso ai dati personali raccolti da Copilot, il che significa che le canzoni generate potrebbero essere piuttosto specifiche. Questa funzionalità sarà disponibile gradualmente, quindi potrebbero passare alcune settimane prima che raggiunga tutti i mercati, incluso l’Italia. Fonte: Microsoft Copilot ora può creare canzoni su richiesta – Data Manager Online.

Avvisi di consegna contraffatti: truffatori sfruttano la corsa ai regali di Natale con uno sfacciato stratagemma

Avvisi di consegna contraffatti: truffatori sfruttano la corsa ai regali di Natale con uno sfacciato stratagemma

Recently, cybersecurity technology company Group-IB has detected a significant increase in counterfeiting websites of logistics service providers. In the first 10 days of December alone, Group-IB’s Computer Emergency Response Team (CERT-GIB) identified 587 fake websites, a 34% increase compared to the last 10 days of November. In total, from November onwards, 1539 phishing sites impersonating shipping and delivery services have been uncovered, believed to be part of a single scam campaign.

These scammers take advantage of the last-minute Christmas shopping period and send SMS messages disguised as “urgent” or “failed” delivery alerts. Posing as well-known couriers, they ask recipients to visit fraudulent websites where they are prompted to enter personal and payment information. Group-IB intends to continue its awareness campaign for counterfeit logistics brands.

To protect oneself from delivery scams, it is essential to verify the authenticity of such alerts, avoid clicking on suspicious links, and verify information from reliable sources.

Delivery notification scams have reached their peak in December, during the busiest time of the year for shipping services due to increased online orders. Scammers create hundreds of fake websites daily, imitating legitimate logistics brands. According to CERT-GIB, December 8th, 2023, witnessed the highest number of phishing sites created. This campaign involves well-known logistics brands in 53 countries, with most phishing pages targeting users in Germany (17.5%), Poland (13.7%), Spain (12.5%), the United Kingdom (4.2%), Turkey (3.4%), and Singapore (3.1%).

Phishing pages usually feature official names and logos of imitated shipping companies and simulate corresponding URLs through typosquatting, using typographic variations of legitimate domain names.

This scheme is not only used to abuse the branding of delivery service providers but also to target telecommunications operators, banks, and toll services. Group-IB experts have observed that criminals employ various techniques to avoid detection by authorities and cybersecurity researchers. For instance, they restrict access to fake sites to specific geographic areas, only allowing access from countries targeted by the scam. Additionally, imitation logistics websites only function on specific devices and operating systems. Another notable characteristic of this campaign is that counterfeit resources are made available for only a few days, making it more challenging for cybersecurity experts to analyze the scheme and impeding detection using traditional anti-scam solutions.

“During last-minute purchases, driven by the desire to receive packages on time, we are generally less cautious,” says Giulio Vada, Head of Business Development Italy & Iberia at Group-IB. “Scammers exploit this sense of urgency through counterfeit delivery aler